Il carabiniere ladro non va cacciato

giugno 23, 2012
in Category: OVERGROW
Commenti disabilitati su Il carabiniere ladro non va cacciato 562 0

Il carabiniere ladro non va cacciato I giudici comprensivi: inesperto

17 giugno 2012

Un carabiniere ladro, un finanziere corrotto e profittatore, un vigile urbano che intasca i soldi delle multe. Diciamo la verit: non ci si stupisce pi di nulla. brutto, ma cos. Non sono cambiate le regole, cambiato il modo di sentire. Si insinuata, nei decenni, anche tra chi indossa una divisa e dovrebbe far rispettare le regole, un pericoloso relativismo, un possibilismo di comodo, un chissenefrega inimmaginabile, dice chi ha una certa et, fino al primo dopoguerra. Una larghezza di vedute, diciamo cos, che passando per piazza Montecitorio ha finito per contagiare anche gli esponenti di certi Tribunali, anche se quello di cui ora parleremo un Tar, ovvero un Tribunale amministrativo regionale. Precisamente del Piemonte: secondo questi giudici non bisogna essere troppo severi con un carabiniere ladro.
La storia questa: il militare, di cui per carit di patria non si fa il nome, in servizio presso la stazione di Collegno, nel 2006 ruba 80 euro contenuti in un portafogli smarrito, ma per il Tar del Piemonte non deve essere espulso dall’Arma. No? No. Perch bisogna tenere conto della giovane et, dell’inesperienza e dei precedenti di carriera, dicono i signori del Tar. Di conseguenza ecco il provvedimento disciplinare adottato nei confronti del carabiniere per condotta biasimevole, annullato con un tratto di penna. Del fatto che qui si parla di un carabiniere, cio di un tipo umano che ha liberamente scelto di servire la legge, e che quando sbaglia sbaglia due volte, e perci andrebbe sanzionato almeno una, in quanto portatore di ossimoro penalmente assai rilevante, neppure l’ombra. E i principi di moralit e rettitudine che devono improntare l’agire di un militare citati nelle motivazioni dell’espulsione? Per il Tar possono essere cestinati.
Non ci saremmo stupiti se gli stessi giudici avessero appioppato la patente di fesso al cittadino che si era premurato di portare in caserma il portafogli smarrito perch venisse riconsegnato alla legittima proprietaria.
la solita giustizia strabica all’italiana, dura e inflessibile coi miserabili, accomodante o distratta o strampalata (nel senso dell’in-certezza del diritto) in tanti altri casi. Come questo, in cui pi opportuno sarebbe stato (nonostante la giovane et, e i precedenti positivi, e l’inesperienza) sanzionare un comportamento riprovevole, e doppiamente, per i motivi sopra detti.
Insomma: guai a rubare mele, perch quello continua a restare un reato intollerabile, in questo bizzarro Paese. Ne sa qualcosa il ventiduenne tunisino (a lui la giovane et non servita da diminuente) beccato l’anno scorso all’uscita di un supermercato con un sacchetto di mele, due confezioni di birra e qualche sacchettino di pinoli non pagati. Carcere, immediatamente.
E del resto rubare mele ha sempre portato sfortuna, fin dall’Ottocento. Non era finito in carcere per un furto di mele, con scalata d’un muro e rami d’albero rotti un tal pap Champmathieu ne I miserabili di Victor Hugo? E per tornare ai carabinieri: non si era detto (sentenza della Cassazione numero 24414) che essi devono tenere sempre una condotta esemplare e non possono arrecare disdoro all’Arma di appartenenza neppure con una relazione extraconiugale? In quel caso i giudici approvarono il richiamo legittimo e doveroso di un superiore che aveva invitato un milite, sposato, a troncare una tresca con una donna anch’essa coniugata. E cio: se sei carabiniere niente amante. Figuriamoci ladro. Almeno cos funzionava una volta.


(solo gli utenti registrati possono vedere il link, effettua il login o registrati)
Via
(solo gli utenti registrati possono vedere il link, effettua il login o registrati)

comprare on line dalla sensi seeds è rischioso?
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×