Parole,parole, parole

agosto 24, 2012
in Category: GENERALE & ATTIVISMO
Commenti disabilitati su Parole,parole, parole 526 0

Parole, parole, parole il titolo che ho voluto dare perch son certo che resteranno tali. Perch penso questo? Perch le parole spesso servono a ben poco, e di ci ne sono la dimostrazione tutte le belle menti che possediamo nella nostra nazione. Belle menti schiacciate dall’ ignoranza delle televisoni, dalle notizie di poco conto, dalle leggi, per molti versi assurde, che dovrebbero garantire un lieto vivere a tutti e che invece favoriscono i pi astuti e i peggior mafio-politici, dall’ educazione scarsa che viene proposta ai nostri figli causa di un inadeguato insegnamento causato da insegnanti frustrati ai quali ( causa governo) viene sopresso l’ amore per l’ insagnamento che tutti coloro che intraprendono un mestiere del genere hanno ad inizio carriera e che man mano va scemando per il malo modo in cui essi stessi sono trattati dai "poteri superiori". Per non parlare dell’ indecoroso rispetto che abbiamo (inteso come nazione) verso la natura e verso i nostri simili. Perch ho questi pensieri? Perch sono in Belgio da una quindicina di giorni e questi pochi giorni sono bastati per richiamarmi a mente tutta la merda che siamo costretti a sopportare in Italia. E pensare che qui il capo di governo un Italiano omosessuale che in meno di due anni ha rivoluzionato una nazione ( che sicuramente era gia pi avanti di noi), anche perch credete che in Italia possa mai salire al "potere" un omosessuale? Io credo che forse pi probabile che salga un ex pornostar o un mafioso, come gia successo pochi anni fa, mafiosisticamente parlando! Tre sono i punti fondamentali che pi mi hanno fatto capire l’ enorme differenza che intercorre tra questi due stati. 1? Qui la natura vale pi di una palazina in quanto sappiamo bene l’ importanza che la flora e la fauna rivestono nell’ intero continente! Non si trova una sola cittadina che possieda meno di due parchi, alcuni di questi riescono a confinare con due tre citt, per non parlare del modo in cui vengono rispettati dal cittadino. Le carte a terra le si possono contare nel palmo di una sola mano per kilometri, gli alberi liberi di crescere e di ostacolare lo smog che anche qui padrone ( ma almeno si cerca di combatterlo)! 2? le regole sono rispettate da tutti. Piccolo esempio: qui la spazzatura viene presa casa per casa una volta la settimana e gia suddivisa e differenziata in casa da ogni cittadino; non esiste la pattumiera per strada e quando si sbaglia il giorno e, erroneamente, la si lascia fuori il giorno sbagliato, la polizia viene a suonare al campanello chiedendo cortesemente di riposizionarla all’ interno della casa fino al giorno esatto della raccolta. Mi successo ieri! 3? Questa la base del futuro; qui i bambini a scuola vengono seguiti seriamente, le scuole spesso sono site all’ interno dei parchi per assicurare ai bambini un’ aria meno contaminata. Se un bambino mostra segni di squilibrio ( qualsiasi tipo) l’ insegnante non lo sgrida o mena ( come spesso i nostri interessantissimi giornali ci raccontano) ma vengono avvisati i genitori consigliando magari uno psicologo per bambini che possa aiutarlo e capire il malessere. Se uno psicologo spinto a compiere bene il suo lavoro sicuramente ha pi capacit e conoscenze di un genitore qualunque che magari ignora certi aspetti che solo chi ha studiato pu notare. Per non parlare del rispetto delle regole stradali. Insomma qui la polizia ha il compito di mantenere un equilibrio cercando davvero di contrastarechi fuorilegge. Quest’ ultima frase la giustifico semplicemente ricordando un avvenimento di pochi giorni fa. Stavo fumando una cannetta con la mia ragazza in un parco quando incrociati due poliziotti aspettandomi di essere cazziato sono stato gentilmente salutato con un’ educazione ed un sorriso, evidentemente perch non stavo scippando una vecchietta ne stavo facendo baldoria ubriaco. Questo avere una mentalit aperta e soprattutto non avere nessuno che ti fa il lavaggio del cervello! Qual’ la cosa pi comica? Che qui la popolazione per il buon 60% circa italo-belga, in quanto negli anni della seconda guerra mondiale migliaia e migliaia di italiani emigrarono qui a lavorare in miniera e grazie a ci hanno fatto la fortuna dei loro figli che hanno dimostrato ( almeno fino ad adesso) di rispettare le leggi, ma quelle di madre natura e allo stesso modo di crescere in un luogo sano da tutti i punti di vista.
Via
(solo gli utenti registrati possono vedere il link, effettua il login o registrati)

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×