Chem Dawg – la leggenda arriva in Europa

febbraio 12, 2014
in Category: Dinafem
Commenti disabilitati su Chem Dawg – la leggenda arriva in Europa 966 0

La Chem Dawg ha fatto storia sul mercato statunitense, dall’underground reale di New York ai dispensari della California, con numerosi premi e menzioni sulla rivista High Times. Dinafem lavora da tempo per offrire la parte più originale di questa genetica in Europa, che verrà presentata in settembre, durante la Fiera Expogrow.

Abbiamo già parlato, in altre occasioni, della storica dinastia Chem Dawg, selezionata da Chemdawg a partire da semi ritrovati in un’oncia di erba sinsemilla. Le piante cominciano a essere condivise e incrociate, il che porta alla comparsa di genetiche molto famose, come per esempio: Original Diesel, Headband, Daywreck Diesel, Underdawg Diesel, East Coast Sour Diesel, Sour Diesel, Giesel, OG Kush, Bubba Kush o New York
Chem Dawg 01 City Diesel. In Spagna abbiamo Juanita la lagrimosa o Cannatonic.

Bisogna sottolineare che queste piante si sono guadagnate la loro fama per il sapore speciale, con accenti oleosi, mar­saleggianti, fruttati e molto particolari.

Sono diventate famose anche per il loro effetto intenso, che si può apprezzare già ai primi tiri. Successivamente, quan­do la cannabis per uso medico e le ana­lisi si sono fatte strada, si sono rilevate elevate quantità di CBD in molti indi­vidui di queste linee, sia in Europa, sia negli Stati Uniti, arrivando in alcuni casi a un rapporto 1:1 fra THC e CBD. Questo rapporto lo troviamo nella Sativex, che è dunque particolarmente adatta a tratta­re una serie di malattie.

Tutte le Kush originali di questa onda­ta hanno gli stessi pregi, ma anche gli stessi difetti. I pregi li abbiamo già descritti: sapore dolce e caratteristico, elevata potenza ed effetto medicinale. Per quanto riguarda gli inconvenienti, si tratta di una pianta per coltivatori esperti, dato che la crescita è lenta e può essere sensibile a insetti infestanti e malattie, come anche a un’eccessiva fertilizzazione. Sebbene possa trattarsi di una sfida per i coltivatori alle prime armi, sul mercato statunitense questa
Chem Dawg 02pianta è stata una delle dieci più scelte e senza dubbio significa che i pregi, in questo caso, superano di gran lunga i difetti.

Bisogna tenere in considerazione che il mercato statunitense della cannabis è il più maturo al mondo, in quanto si fa uso di erba da metà del secolo scorso, grazie all’arrivo di varietà da tutto il mondo, che s’incrociano e si selezionano. Negli ultimi anni, l’esperienza dei club medicinali ha portato gli utilizzatori a scegliere in un’ampia gamma di varietà. Nello sce­gliere le preferite, senza dubbio la Chem Dawg occupa una posizione privilegiata in questa abbondantissima offerta di varietà che forma il mercato americano.

Nonostante alcuni dettagli della sto­ria genealogica siano ancora oscuri o addirittura surreali, è ormai evidente l’interesse suscitato da queste varietà, sia da parte degli esperti che di chi ne fa uso medico. Dopo uno studio delle fonti originarie della genealogia Chem Dawg, la banca di semi Dinafem è pronta a fare un incrocio d’élite della parte più sele­zionata di questa varietà super cono­sciuta. In questo lavoro di selezione e incroci, Dinafem ha fatto affidamento su genetiche arrivate dalla fonte originale, Chemdawg in persona, una leggenda vivente, con tutti i problemi incontrati nel portare avanti la selezione, dopo una retata nel suo appartamento, dove stava selezionando la Kush élite definiti­va sotto forma di semi.

Da un lato Dinafem sta utilizzando come madre la Chem Dawg originale, mentre la pianta impollinatrice è stata selezio­nata da un lotto di semi di Guava Chem, sempre varietà Chemdawg. Di queste varietà ci dice che il clone originale ha già una certa età, per cui mostra segni di forza che scompaiono nei successori, ma che complicano la selezione, dato che si tratta di una pianta sibarita, che bisogna curare con molte attenzioni per ottenere buoni risultati. La forza si recupera con la Guava Chem, che man­
Chem Dawg 03tiene le caratteristiche originali, oltre a aumentare notevolmente il vigore, dato che si trova sotto forma di semi.

Esaminando l’albero genealogico della Guava Chem, vediamo che Chemdawg ha concentrato il lavoro di selezione di questa varietà utilizzando esemplari il più simili possibile alla Chem Dawg. In questo modo si fanno varie riproduzioni e incroci fra queste piante parenti, con presenza di altre varietà, ma selezionan­do nella discendenza le più simili alla Chem Dawg e incrociando nuovamente quelle selezionate con l’originale. Il desi­derio era quello di riuscire a riprodurre sotto forma di semi la famosa geneti­ca Chem Dawg, per dare nuova forza alla leggenda, tenuta in vita solo sotto forma di clone per troppi anni. Il risulta­to è una varietà estremamente omoge­nea, molto più vigorosa rispetto all’anti­ca talea originale, sebbene conservi una certa debolezza, per tutta l’endogamia con cui si è sviluppato il processo.

Attualmente Dinafem sta conducen­do i primi test d’incrocio fra la Chem Dawg originale e varie Guava Chem, selezionate per le somiglianze particolari con la varietà originale. Proprio la stessa filosofia di selezione seguita con la Guava Chem. In questo modo vogliono lanciare sul mercato una varietà il più simile possibile allo stan­dard della leggenda Chem Dawg.

A Soft Secrets abbiamo avuto la fortuna di provare le prime selezioni, in occa­sione di una visita recente che abbia­mo fatto a uno dei suoi centri di sele­zione. Senza dubbio sono sulla strada giusta. Le prime prove mostrano una discendenza omogenea, che mantiene le caratteristiche che hanno reso leg­gendaria la Chem Dawg originale, fra cui si distinguono il sapore oleoso, in cui si miscelano benzina e frutta, con una predominanza di petrolio agrumato. A questo si aggiunge l’elevata potenza, con un effetto intenso su tutti i sensi. L’aspetto medicinale s’intuisce all’as­saggio, sebbene dipenda ancora molto dagli incroci definitivi e dalle rispettive analisi per la conferma finale.

Questa varietà sarà presentata in occa­sione della Fiera Expogrow di Irún, dove i presenti avranno il privilegio di acqui­stare i primi esemplari commerciali di Dinachem, una genetica che, dopo aver fatto storia sul mercato statunitense, arriva in Europa per fissare un nuovo standard di qualità.

og kush fertilizzazione chemdawg come coltivarla coltivazione chemdawg
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×