i resti canapa non devono finire in pattumiera

febbraio 12, 2014
in Category: ESTRAZIONE
Commenti disabilitati su i resti canapa non devono finire in pattumiera 2830 0
potatura e ghiaccio (potatura, ghiaccio, potatura, ghiaccio). Aggiungete poi acqua fredda (circa 4 tazze a volta), agitando vigo­rosamente mentre potatura e ghiaccio sono immersi. Agitando si agisce sui tricomi con­gelati, che saltano via dalle foglie e finiscono nell’acqua. Proseguite con questo proce­dimento finché l’acqua non raggiunge il livello del sacchetto. A me piace utilizzare un secchio con una cannella sul fondo, in modo tale che posso drenare l’acqua e utilizzarla di nuovo per il risciacquo. L’idea alla base di questo è che il tutto è già molto freddo per il fatto che si trova nel ghiaccio e mi offre maggior tempo di agitazione. Se non avete una cannella, potete smettere di aggiunge­re acqua a questo punto e continuare ad agitare. Dopo circa 15 minuti, smettete di agitare e lasciate che la gravità faccia il suo effetto. Lasciate il secchio in posizione in modo che i tricomi si depositino sui setacci inferiori. Aspettate almeno 30 minuti (più di quanto non vorreste) prima di tirare su i sacchetti, uno per volta. Iniziate togliendo il sacchetto da 220 m in cima che contiene potatura e ghiaccio e spremete via l’acqua in eccesso verso il sacchetto sotto. Passate poi al sacchetto successivo, spremete l’acqua in eccesso e utilizzate uno strumento di lavora­zione per raccogliere l’estratto dal fondo del sacchetto. Mettete il bubble hash estratto su un pezzo di plastica di colore chiaro a essiccare. L’hashish estratto è simile a limo o fango (come quello che vi aspettereste di trovare sul fondo di un lago) e i cambiamen­ti di colore e struttura dipendono da quale setaccio è stato usato per estrarlo. Non fatevi ingannare però, è tutto oro bubble!


resti canapa 03Estrazione IPA
– IPA si riferisce all’alco­ol isopropilico (disinfettante cutaneo), che può essere utilizzato per le estrazioni, usando l’alcool come vettore. L’IPA al 99% è utilizzato come solvente, perché è piut­tosto economico e facile da ottenere. Il vantaggio dell’estrazione IPA è la velocità. Più l’ISO è a contatto con la potatura, più la clorofilla e altri elementi indesiderati ne saranno intrisi. Alle persone piace definire la qualità sulla base del risciacquo, nel senso che il voto più alto (A) corrisponde al primo risciacquo, per poi scendere con il secondo (B) e con il terzo e ultimo risciac­quo (C). I risciacqui B e C avranno maggiori probabilità di contenere impurità rispetto all’A, poiché il solvente rimane a contatto più a lungo con la potatura.

Procedimento: Congelate tutto! Mettete l’IPA, la potatura, lo shaker e il barattolo (i barattoli in vetro per le conserve sono ottimi) e gli altri contenitori o strumenti che userete, nel freezer per un paio d’ore prima dell’estrazione. Questo aiuta a con­gelare le ghiandole di resina e a romper­le delicatamente durante il mix. Il tutto deve essere fatto velocemente e con pre­cisone per evitare che le impurità finiscano nell’hashish, quindi usate un timer per sicurezza. Prendete il barattolo di vetro e riempitelo con il materiale di potatura, poi aggiungete alcool e scuotete delica­tamente per circa 30 secondi. Se scuotete con vigore, può staccarsi anche la clorofilla, quindi siate delicati.

Il problema dell’utilizzo dell’IPA sorge quando si cerca di togliere il solvente dall’estratto. L’alcool isopropilico ha un punto di ebollizione relativo più elevato rispetto ad altri solventi, il che ostacola l’intera rimozione dal prodotto finito. Un doppio boiler è il miglior metodo utiliz­zato per controllare la temperatura ed evitare il contatto diretto del calore con l’IPA/il barattolo di vetro. Il naso può cap­tare un forte odore di alcool per capire se c’è bisogno di più tempo o no. L’eccessivo calore provocherà l’evaporazione dei cannabinoidi desiderati. Questo metodo deve essere seguito con estrema attenzio­ne, dato che il solvente che utilizziamo è infiammabile. Il tempo necessario dipen­derà dalla quantità di solvente utilizzato e dalla temperatura di evaporazione.

BHO


resti canapa 04(Olio Miele fatto con Butano)-

Avvertimento: Questa tecnica di estra­zione è rischiosa e dovrebbe essere utilizza­ta all’aria aperta o in un’area estremamente ventilata. Evitare fumo, fiamme o fonti di calore durante l’estrazione Seguendo le suddette precauzioni, va detto che l’olio miele è un’essenza liquida estremamente concentrata e un metodo incredibile per utilizzare tutto il fogliame delle vostre signo­rine. Lo si può fumare o utilizzare per le ricette di prodotti commestibili.

Butano – Dato che si tratta di un gas a temperatura ambiente e pressione atmo­sferica, utilizziamo il butano come vettore d’estrazione (poiché evaporerà dopo aver estratto i cannabinoidi). Tuttavia, non tutto il butano viene creato uguale. Ci sono 2 tipi di butano disponibili: l’isobutene

decarbossilazione cannabis decarbossilazione thc tintura quanti micron per setaccio per fare hashish come trasformare la potatura in hashis decarbossilazione thc velocizzare come trasformare la canapis in hashish
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×