i resti canapa non devono finire in pattumiera

febbraio 12, 2014
in Category: ESTRAZIONE
Commenti disabilitati su i resti canapa non devono finire in pattumiera 2963 0
inebriarvi allo stesso tempo (con la stessa bevanda), potete bruciare leggermente la maggior parte dell’alcool. Versate la miscela della tintura in una padella e mettetela sul fornello a fuoco basso finché non senti­te un forte odore di alcool (1-2 ore circa). Suggerimento: usare vodka aromatizzata o rum per questa tintura vi permetterà di sentirne l’aroma nel prodotto finale.

Burro di cannabis – Penso che tutti cono­sciamo questo tipo di burro: si aggiunge erba al burro da usare nei prodotti da forno, da spalmare su un toast o in altri casi in cui normalmente si usa burro. Questo permette di trasformare qualsiasi prodotto commestibile in una vera delizia di canna­bis e le possibilità sono infinite: biscotti, muffin, torte, rice krispie (i marshmallow possono essere preparati con qualsiasi cereale).

Procedimento: Fate scogliere circa 400 grammi di burro e aggiungete la vostra potatura, da 20 a 30 grammi o finché il burro è quasi completamente assorbito. Lasciare poi la miscela a fuoco basso per almeno un’ora. Attenti con la temperatura! Assicuratevi di mantenere la temperatura ‘di sicurezza’, ossia fra i 76°C e i 115°C. Anche in questo caso potete usare la pen­tola a cottura lenta settata al minimo!

Caramelle e cioccolato

Caramelle dure – Le caramelle dure e simili possono essere facilmente trasformate in prodotti diversi, soprattutto sostituendo la parte ‘burrosa’ della ricetta con del burro di cannabis, oppure aggiungendo olio miele disciolto alla quantità di burro nella ricetta. Lo stesso dicasi per il cioccolato. Sostituite una parte o tutto il contenuto di burro con un prodotto a infusione di cannabis.

Gommose – Tra tutte le ricette per le caramelle, probabilmente questa è la più deliziosa e divertente da provare. Queste caramelle uniscono la consistenza delle gommose e la potenza del BHO (olio miele fatto con butano) e sono in assoluto le mie preferite. L’olio miele si può ottenere seguendo la ricetta precedente. Dovrete anche acquistare degli stampi per caramel­le e ne troverete di tutte le forme, dimen­sioni e formati nei negozi che vendono casalinghi.

Il necessario: (4) – stampi in plastica da 22,5 cm x 25 cm circa in varie forme. All’incirca 4 grammi di BHO (potete rego­lare la quantità sulla base della potenza che volete raggiungere), (4) confezioni di gelatina insapore, (1) confezioni di JellO (il gusto che preferite), alcune gocce di colorante alimentare se volete ottenere caramelle colorate (facoltativo), (5) gocce di glicerina vegetale per uso alimentare (sug­gerimento: usate della tintura che avete preparato con la glicerina per ottenere maggior potenza), 57 grammi (1/4 di tazza) di zucchero, 120 ml (1/2 tazza) di acqua fredda, una confezione di spray non-stick, una spatola, una frusta da cucina e una siringa in plastica da 100 cc per riempire gli stampi. La glicerina in questa ricetta aiuta il BHO a incorporarsi nei vostri prodotti in modo omogeneo.

Preparate gli stampi spruzzando lo spray non-stick su un pezzo di carta da cucina e ungendo ogni stampo in modo omoge­neo. Iniziate la ricetta in una padella pic­cola fredda e tenete il fuoco medio-basso. Aggiungete poi i vostri ingredienti asciutti (zucchero, JellO e confezioni di gelatina) e miscelate il tutto finché il composto non è omogeneo. Miscelate in acqua e usate la frusta per ottenere un composto liqui­do, poi aggiungete il colorante alimentare e la glicerina. Mettete un’altra padella su due fuochi per scaldare velocemente l’olio miele finché non diventa liquido e poi aggiungetevi il composto liquido. Usate la frusta per 1 minuto o finché tutti gli ingre­dienti sono incorporati in maniera omoge­nea e scaldate il tutto (non deve bollire). Spegnete i fuochi ma lasciate la padella sulla piastra ancora calda (se avete il for­nello, assicuratevi che stia ancora al caldo), facendo attenzione che la temperatura del prodotto a base di cannabis sia nella fascia ‘di sicurezza’. Siamo ora pronti per riempire gli stampi e la tempistica qui è fonda­mentale, dato che la miscela comincerà a indurirsi non appena si raffredda. Lavorate velocemente per mettere la miscela nella siringa e poi spremetela negli stampi, evi­tando sbavature fra uno stampo e l’altro. Potete usare qualsiasi strumento vogliate per riempire gli stampi, ma io ho visto che la siringa funziona meglio (oltre al fatto che costa poco e la si può riutilizzare). Nel giro di qualche minuto il tutto si sarà raf­freddato e sarà pronto; non cé bisogno di metterlo in frigo. Le gommose dovrebbero staccarsi facilmente dagli stampi.

Adesso continuate a coltivare, potate qual­che cima e divertitevi!

decarbossilazione thc tintura come trasformare la potatura in hashis decarbossilazione thc velocizzare come trasformare la canapis in hashish quanti micron per setaccio per fare hashish decarbossilazione cannabis
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×