Marijuana “non avvelenare il tuo futuro”

marzo 5, 2014
in Category: OVERGROW
Commenti disabilitati su Marijuana “non avvelenare il tuo futuro” 412 0
Mi sono imbattuto per caso in questo articolo scritto dall’ansa e sono
rimasto colpito da ciò che vi hanno scritto a dir poco scandaloso,affermazioni che non
hanno nessun fondamento medico riconosciuto addirittura l’ultima riga in riferimento
sull’anologia con le sigarette eipiù che chiaro che sia stato inventato di sana pianta.
Non so a voi le conclusioni io personalmente mi sento disgustato specialmente
detto da un’agenzia come ANSA.

MARIJUANALa marijuana è un derivato della Cannabis. Spesso chiamata "pot" "grass" "weed" (erba, erbaccia), "mary jane" o "mj", è una mistura verdastro-grigia di foglie, gambi, semi, e fiori della canapa essiccati e tagliuzzati. La maggior parte degli utilizzatori fuma marijuana in forma di sigarette fatte a mano, chiamate "joints"(spinelli), mentre alcuni usano pipe o pipe d’acqua ("bongs"). Sono anche diventati di moda dei sigari ("blunts") nei quali il tabacco viene sostituito con la marijuana, spesso in combinazione con altre droghe come crack o cocaina. La marijuana viene anche usata per tisane e a volta mescolata al cibo.*GLI EFFETTIAgisce sul cervello provocando cambiamenti dell’umore e della percezione, euforia e allegria, e poi rilassamento e torpore. Nel tempo porta a stati permanenti di depressione, ansia e diffidenza, e a disturbi della personalità che fanno si’ che il consumatore rimane indietro nell’apprendere nuove abilità intellettuali, di lavoro e sociali. Se addizionata all’alcol puo’ causare effetti nefasti per esempio sulla guida (alta percentuale di incidenti mortali) per i suoi effetti sul cervello, sulle capacita’ di reazione, equilibrio, orientamento. E’ stato dimostrato che studenti fumatori di marijuana ottengono voti più bassi e hanno meno probabilità di successo dei compagni non fumatori poiche’ sono meno capaci di memorizzare, di apprendere e di organizzare le informazioni; hanno minore determinazione nel mantenimento dell’autostima e nel perseverare nei propri obiettivi. Anche sul lavoro e’ stata verificata un’associazione tra fumatori di marijuana e l’aumento di assenze, ritardi, incidenti, abbandono del posto di lavoro senza permesso ed evitando di conseguire compiti e obiettivi, con forti ricadute negative sulla produttività e il morale. Inoltre e’ stato dimostrato che l’uso di marijuana aumenta l’incapacit� di smettere di fumare tabacco, e che fumarla con continuita’ raddoppia o triplica il rischio di cancro, in particolare ai polmoni e alle altre regioni del tratto respiratorio perchè contiene agenti irritanti e cancerogeni. Il fumo di marijuana contiene infatti dal 50 al 70% di idrocarburi cancerogeni in più rispetto al fumo del tabacco.


(solo gli utenti registrati possono vedere il link, effettua il login o registrati)

(solo gli utenti registrati possono vedere il link, effettua il login o registrati)

, ,
Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×