Coltivare nuove varietà con i semi

luglio 18, 2015
in Category: Indoor
Commenti disabilitati su Coltivare nuove varietà con i semi 558 0

Non so come vadano le cose dalle vostre parti, ma qui in Olanda si coltiva molto con i cloni dei coltivatori locali. II vantaggio è che di solito il coltivatore puö mettersi subito al lavoro, dato che non c’è fase di germinazione in cui si possa fare casino. Ci sono perö anche degli svantaggi, il primo dei quali è che il mercato puö essere invaso da moltissime varietà commerciali e quindi gli appassionati delle varietà esclusive hanno grandi difficoftà a scegliere e trovarle.
1 cloni acquistati dann anche il problema di essere fonte di spintariscopio o nei casi peggiori soffrono di una certa stanchezza. Questo succede alla pianta perché viene ripetutamente clonata. Per questi motivi vi consiglio di provare a coltivare con i semi. In questo articolo cercherò di riassumere le possibilità di coltivare con i semi e sottolineerò alcune cose nuove da considerare quando si decide che tipo di marijuana coltivare.
100% semi femmina
Se vi va di coltivare qualcosa di davvero diverso, coltivare con i semi è il modo migliore per farlo. Soprattutto negli ultimi anni sembra che i semi al 100% femmina stiano convincendo sempre più persone e grazie a questo i coltivatori si possono rilassare quando fanno germinare i loro semi.


Coltivare nuove01Le possibilità di avere piante maschio da semi femminizzati è quasi zero e questa è una grande liberazione per i coltivatori marihuana samen
Prima le cose andavano diversamente e bisognava fisicamente strappare le piante maschio, il che si rivelava ancora più duro di quello che si pensasse. La cosa peggiore
che si buttava via un sacco di tempo ed è sempre un peccato quando succede. Questa perdita di tempo in molti casi stata considerata dai coltivatori olandesi il motivo per cui non coltivavano molto par-tendo da semi. L’intero processo dopotutto richiede qualche settimana di pre-crescita e logicamente porta a meno raccolti durante l’anno.
Sebbene questo sia un ragionamento in parte valido, ci sono vari modi per pre-venire il grosso della perdita di tempo per questa pre-crescita. Per esempio, un semplice vassoio di germinazione e una fonte di luce a bassa potenza bastano in molti casi per accelerare la crescita delle nuove pianticelle nei vasi e per aiutarle a svilupparsi bene nelle prime due settimane. In questo modo possiamo inoltre Pro-grammare la germinazione una settimana prima che la generazione precedente di femmine sia pronta per il raccolto. Potrete cosi piantare anche le prime pianticelle direttamente (dato che hanno già comin-ciato il loro sviluppo) e non perderete tempo. Oltre a ciò queste pianticelle in molti casi avranno più forza vitale delle alternative clonate ripetutamente. In poche parole, una volta che le pianticelle si sono sviluppate fino a diventare piccole piante, in poco tempo possono crescere fino a un buon livello e continuare lo sviluppo in maniera consistente in seguito.

Ecco perché ci piace
Un altro vantaggio della coltura con semi è che spesso consentono lo sviluppo di un gambo principale molto più grosso (a volte abbastanza legnoso) e la possibilità di ottimi risultati finali aumenta. Anche se le cose stanno cosi, per me il motivo principale per cui si dovrebbe coltivare partendo da semi non è stato ancora realmente detto ed è il fatto che coltivare marijuana a volte può diventare un lavoraccio quando si coltiva la stessa varietà anno dopo anno. Vi confesso che sono il tipo di coltivatore che si diverse a provare regolarmente nuove varietà di marijuana anziché coltivare lo stesso ceppo di sempre. Soprattutto quando si vuole coltivare un ibrido speciale o una varietà che quasi nessuno coltiva altrove, la voglia di andare avanti diventa sempre più grande man mano che ci si avvicina alla fine del ciclo di crescita. Va anche detto che ogni varietà di marijuana ha le sue proprietà e idiosincrasie, il che vi porta a impegnarvi e mettervi in gioco ogni volta per cercare di trarne il meglio. Una cima bellissima ricoperta di cristalli di THC è la vostra ricompensa!
Coltivatori in esterni
Rispetto ai coltivatori indoor, quelli outdoor coltivano in molti casi partendo da semi. Il motivo è valido in effetti, perché dopotutto devono fare in modo che le piante siano nella terra e crescano abbastanza in fretta per avere il tempo di fiorire all’aperto, altrimenti le possibilità di successo sono molto basse. 1 tempi non sono certo facili come quelli dei cloni che si acquistano, perché il periodo di fioritura può iniziare anche abbastanza tardi. Non è cosi sorprendente se si considera che i cloni di solito vengono da coltivazioni indoor e quindi sono stati utilizzati in condizioni diverse. Un altro buon motivo per preferire questo tipo di opzione è che per la maggior parte dell’anno si coltiva in estemi e quindi si vuole offenere una varietà saporita e bella. Quindi è sempre meglio trascorrere più tempo con dei semi decenti piuttosto che incanalare le speranze su un paio di cloni zoppicanti aspettandosi che vada tutto bene. Se guardo ai miei anni di successo nella coltivazione in estemi, devo dire che onestamente in moltissimi casi sono stato graziato dalla coltivazione in outdoor partendo da semi.
Varietà facili e difficili

Coltivare nuove03Prima che voi coltivatori indoor vi affrettiate ad andare a comprare i semi, è meglio tenere in considerazione alcune possibilità. In poche parole, se siete principianti scegliete senza dubbio una varietà di marijuana facile, altrimenti se ci sono poche possibilità di successo, non ne avrete un buon ricordo per la vostra motivazione a lungo termine. Ecco perché dovreste sempre leggere la descrizione sulla confezione o chiedere al negoziante o ai commessi del grow shop. Fate molta attenzione agli aspetti come la durata del periodo di fioritura, se si tratta di una pianta a resa alta o meno e forse la cosa più importante è che si tratti di una pianta che è facile coltivare o se è adatta ai coltivatori più navigati. Una varietà di marijuana che, per esempio, è piü sensibile al livello di Ec nell’acqua e nel substrato, vi porterà a maggiori possibilità di fertilizzare eccessivamente. Noterete anche che alcune varietà producono molte foglie rispetto alle altre. Sebbene di solito sia piü facile coltivare le varietà di marijuana che producono un fogliame fitto, la massa delle foglie puö rendere il raccolto davvero fastidioso.
Condizioni dello spazio di coltura
Oltre a fare attenzione alla pianta, bisogna tenere in considerazione anche le dimensioni dello spazio di coltura. Dovete quindi avere un’idea di come coltivare alcune varietà ma se avete a disposizione uno spazio di coltura limitato, preparatevi a evitare gli insuccessi con attenzione. Le varietà di Haze sono note per Paltezza che possono raggiungere, il che rende quasi tutti gli spazi di coltura inadatti. Oltre a ciö c’è il fatto che la varietà Haze tende a non comportarsi molto bene con molti watt di luce, quindi usare 1.000 watt è ovviamente sconsigliato in questo caso. Anche una fonte da 600 watt usata per coltivare la Haze puö dare problemi e quindi bisogna fare attenzione sin dall’inizio.
II substrato
Infme il substrato della pianta è un altro fattore che influisce sulla vostra decisione di coltivare una varietà piuttosto che un’altra di marijuana. Quindi una intramontabile come la Santa Maria di solito viene coltivata in un substrato di cocco e molti coltivatori affermano che questo è proprio il mezzo con cui si riescono a offenere i risultati migliori con questa varietà.
La Lana di roccia invece viene normal-mente usata dai coltivatori per le varietà piü sensibili, perché il valore di Ec è si alza e si abbassa (il che è utile nella pratica) piuttosto facilmente e rapidamente. Questo facilita la velocità di reazione in caso di cambiamenti e inoltre la pianta è meno soggetta all’accumulo di sali (e quindi all’aumento del valore di Ec). Con la terra, è facile fertilizzare eccessivamente perché agisce come una sorta di setaccio, lasciando i sali nel substrato. Quindi dovete fare maggior attenzione a non fertilizzare eccessivamente. Controllate con regolarità il valore di Ec con un misuratore specifico ed eviterete cosi molte brutte sorprese. Fortunatamente non esiste neanche una varietà di marijuana che non ami la terra, quindi un mix di questo tipo puö essere usato in quasi tutti i casi, a condizione che teniate sotto’occhio il livello di Ec!
Spero di avervi dato qualche suggerimento utile in questo articolo che come coltivatori potrete presto usare la prossima volta che vorrete cimentarvi con una nuova varietà di marijuana. Quindi quando coltivare la stessa varietà vi annoia, cercate qualcosa di diverso e forse sentirete di nuovo il sangue del coltivatore scorrere nelle vostre vene!

Contact Me popolare Social
 
Thank you! Your message has been submitted to us.
×
×
×